Nel corso degli anni Ansaldo STS ha ideato e sviluppato prodotti che l’hanno portata in posizione di leader nel segmento dei sistemi di Segnalamento e Trasporto Ferroviari e Urbani su rotaia.

Optimizing Traffic Planner™

OTP è sistema innovativo di gestione del traffico e della movimentazione ferroviaria che permette, in tempo reale, di reindirizzare il traffico al fine di incrementare la velocità di circolazione, ottimizzare il movimento dei veicoli, individuando i percorsi più brevi ed efficienti per i treni la cui circolazione è prevista in un determinato periodo temporale. Il sistema OTP permette di incrementare notevolmente la capacita della rete, riducendo contestualmente i costi operativi.

Sistemi ATC (Automatic Train Control) e ATP (Automatic Train Protection)

Sono sistemi per il controllo automatico della marcia del treno in linea con gli standard europei ERTMS (European Rail Traffic Management System) che consentono di controllare la sicurezza della marcia dei treni sulle linee ferroviarie, nonché assicurano in modo continuo il rilevamento della loro posizione, il mantenimento delle distanze di sicurezza e il rispetto dei limiti di velocità. Il sistema ATC comprende, inoltre, la funzione di guida automatica a diversi livelli di automazione. I sistemi che adottano gli standard ERTMS permettono di far viaggiare i treni su tutta la rete europea interoperabile senza dover cambiare alle frontiere il personale di macchina o il materiale rotabile, di incrementare la sicurezza del traffi co nazionale e internazionale e di migliorare la gestione del traffi co passeggeri e merci. Lo standard ERTMS viene applicato, da Ansaldo STS, ai sistemi di Segnalamento per le linee ad Alta Velocità in Italia, al LGV Est in Francia, alla Madrid-Lleida in Spagna e alla Saarbrucken-Mannheim in Germania, nonché ai sistemi di Segnalamento per le linee Convenzionali in Italia, Cina, India, Corea del Sud, Romania, Grecia, Repubblica Ceca, Turchia, Libia, etc.

CBTC – Communications Based Traffic Control

Ansaldo STS sta sviluppando la tecnologia CBTC, che basa il controllo del traffico metropolitano su Radio, in linea con gli standard internazionali, al fine di consentire la piena interoperabilità sulle linee metropolitane tra diversi operatori sistemisti/tecnologici in caso di interventi manutentivi o di ampliamento delle linee già esistenti. I sistemi di controllo installati a bordo determinano la posizione del veicolo e adeguano il movimento ai limiti autorizzati. Le comunicazioni tra i sistemi di controllo dislocati nell'area adiacente, in corrispondenza degli smistamenti e a bordo consentono di gestire in tutta sicurezza gli intertempi di passaggio tra i veicoli e la capacità della linea. Altri vantaggi riguardano:

  • i sistemi completi per posti centrali, di bordo e di terra che possono essere di tipo “stand alone” oppure integrati con i sistemi esistenti;
  • l'ottimizzazione dell'intertempo di passaggio tra i veicoli, solo 60 secondi (introduzione del concetto del “blocco mobile”);
  • la riduzione o eliminazione della necessità di circuiti di binario o altri dispositivi di rilevamento posizione dei treni.

Ansaldo STS ha già installato tale tecnologia sulla linea 3 della metropolitana di Parigi, sulla linea 1 della metropolitana cinese di Shenyang e Chengdu, mentre sono in fase di progettazione e, in taluni casi, di installazione, altre realizzazioni quali metro Ankara, metro Taipei e metro Copenaghen (gli ultimi due gestiranno la modalità “driverless”).

Piattaforma Wayside

Dalla fine degli anni Novanta, Ansaldo STS ha implementato i requisiti per la piattaforma "aperta” su protocolli standard, come per esempio: linee TVM Lione-Marsiglia linee ERTMS Roma-Napoli Torino-Milano, Milano-Bologna, Zheng-Xi, la Madrid-Lleida, Cambrian, Poříčany - Kolin, Haparandabanan, linee CBTC a Chengdu, Shenyang , Metro Ankara e linee convenzionali Torino-Padova.

Ansaldo STS ha implementato la piattaforma Wayside del sistema di Interlocking detta WSP (Wayside Standard Platform) in grado di gestire con un ridotto numero di componenti base un numero più elevato di enti di piazzale e connessioni treno, di integrare in un unico posto centrale funzionalità di sicurezza, di diagnostica e di regolazione della circolazione idonee a rappresentare la migliore risposta alle richieste sempre più evolute del mercato ferroviario e metropolitano.