Cumulo degli incarichi

Il Consiglio di Amministrazione della Società, in data 14 febbraio 2007, ha approvato un regolamento interno volto a disciplinare i limiti al cumulo degli incarichi di amministratore o Sindaco per gli amministratori di Ansaldo STS. 

Tale regolamento è stato  da ultimo modificato dal Consiglio di Amministrazione in data 16 dicembre 2013 al fine di recepire alcune nuove disposizioni introdotte dal Codice di Autodisciplina per le società quotate, come modificato nel dicembre 2011

Ai sensi di tale regolamento interno, gli amministratori di Ansaldo STS accettano la carica quando ritengono di poter dedicare allo svolgimento diligente dei loro compiti il tempo necessario, anche tenendo conto del numero di incarichi ricoperti in organi di amministrazione e controllo in (i) società con azioni quotate in mercati regolamentati, anche esteri (“Società Quotate”); (ii) società, anche estere, con azioni non quotate in mercati regolamentati, che svolgano attività finanziaria, bancaria o assicurativa ovvero che abbiano un ammontare di ricavi annui pari o superiore a quello risultante dal consolidato di Ansaldo STS (“Società non Quotate”).

Gli incarichi rivestiti da ciascun amministratore di Ansaldo STS negli organi di amministrazione e/o di controllo di altre Società Quotate e/o Società non Quotate dovrebbero avere un “peso” complessivo non superiore a 15, determinato sulla base dei criteri definiti nel Regolamento, tenendo conto anche dell’eventuale partecipazione . a comitati costituiti all’interno del consiglio di amministrazione (e/o degli organi di amministrazione dei sistemi alternativi altradizionale) di altre Società Quotate e/o Società non Quotate

Al riguardo il suddetto regolamento interno, in linea con la best practice nazionale e internazionale, prevede, ai fini del computo del numero massimo di incarichi di amministratore o Sindaco ritenuti compatibili con un efficace svolgimento dell’ incarico di amministratore della Società, una diversa valutazione tra gli incarichi di amministratore esecutivo e non esecutivo, tenendo conto per questi ultimi anche della partecipazione a uno o più Comitati costituiti all’interno del Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS S.p.A.

Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS ha la facoltà di accordare eventuali deroghe, anche temporanee, che consentano agli amministratori della società di ricoprire cariche in organi di amministrazione e di controllo di altre Società Quotate e Società non Quotate che cumulativamente comportino il superamento del peso massimo di 15.

Gli amministratori sono tenuti a informare prontamente Ansaldo STS di ogni variazione concernente gli incarichi da essi ricoperti in altre Società Quotate e/o Società non Quotate, indicando l’impegno medio mensile che ne deriva.

L’attuale composizione del Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS rispetta i suddetti criteri generali.