Internal dealing

Nell’ambito delle procedure per la gestione e la comunicazione delle informazioni riguardanti la Società, il Consiglio di Amministrazione ha proceduto, in data 24 marzo 2006, all’adozione del Codice di Comportamento in materia di Internal Dealing (di seguito il “Codice di Internal Dealing”) ed in data 28 luglio 2017 ad un suo aggiornamento.

Il Codice è volto a disciplinare i flussi informativi inerenti le operazioni su azioni emesse dalla Società o altri strumenti finanziari collegati, poste in essere, anche per interposta persona, dai soggetti che esercitano funzioni di amministrazione, di controllo o di direzione della Società e dalle persone agli stessi “strettamente associate” (così come definiti dall’art. 19 del Regolamento (UE) n. 596/2014). Inoltre, sono comprese anche le operazioni compiute dai “soggetti rilevanti”, ovvero da chiunque detenga una partecipazione pari almeno al 10% del capitale sociale dell’Emittente o controlli la Società, nonché dalle persone agli stessi strettamente legate (secondo quanto disposto dall’art. 152-sexies del Regolamento Consob n. 11971/ 1999).

In conformità con quanto previsto dall’art. 19 del Regolamento (UE) n. 596/2014, il  Codice di Internal Dealing prevede inoltre un c.d. “Blocking period”, ovvero un periodo di chiusura di 30 giorni di calendario prima dell’annuncio dell’approvazione di una rendicontazione finanziaria, durante il quale è fatto espresso divieto ai soggetti che esercitano funzioni di amministrazione, di controllo o di direzione di compiere operazioni per proprio conto oppure per conto di terzi, direttamente o indirettamente, relative alle azioni o ai titoli di credito della Società, o a strumenti derivati o ad altri strumenti finanziari ad essi collegati.

Comunicazioni di Internal Dealing

In questa sezione sono disponibili le comunicazioni relative alle operazioni soggette alla disciplina dell’Internal Dealing effettuate ex art. 19 del Regolamento (UE) n. 596/2014 dalle persone che esercitano funzioni di amministrazione, di controllo o di direzione della Società e dalle persone ad essi strettamente associate. Inoltre, sono comprese anche le operazioni compiute dai “soggetti rilevanti”, ovvero da chiunque detenga una partecipazione pari almeno al 10% del capitale sociale dell’Emittente o controlli la Società, nonché dalle persone agli stessi strettamente legate (secondo quanto disposto dall’art. 152-sexies del Regolamento Consob n. 11971/ 1999).