Statuto

Lo Statuto sociale è l'atto che individua le caratteristiche essenziali dell’ordinamento interno e le norme di funzionamento della Società.

Lo Statuto sociale indica, tra l’altro: 

  • la denominazione, la sede e la durata della Società;
  • l' attività che costituisce l’oggetto sociale;
  • l’ammontare del capitale sottoscritto e di quello versato, il numero, le caratteristiche e il valore nominale delle azioni;
  •  le eventuali deleghe per l’aumento del capitale sociale, i diritti spettanti agli azionisti, le restrizioni al diritto di voto e le ipotesi di recesso; 
  • il funzionamento dell’Assemblea dei soci e la legittimazione all’intervento; 
  • il modello di amministrazione e controllo adottato e le procedure per la nomina del Consiglio di Amministrazione e le regole di funzionamento del medesimo, il numero degli amministratori con l’indicazione di quali tra essi hanno la rappresentanza della società; 
  • le procedure per la nomina del Collegio Sindacale e il numero dei componenti dello stesso;
  • la durata dell’esercizio sociale e le regole sulla distribuzione dei dividendi.

Per quanto non diversamente disposto dallo Statuto, trovano applicazione le disposizioni del Codice Civile.
 
Lo Statuto sociale può essere modificato con delibera dell'Assemblea straordinaria. Tuttavia, qualora le modifiche derivino dall'adeguamento a disposizioni normative o si riferiscano a specifiche materie previste dalla legge e richiamate dallo stesso Statuto sociale, il Consiglio di Amministrazione può provvedere con propria delibera.

Si segnala che l’Assemblea straordinaria di Ansaldo STS riunitasi il 6 maggio 2013 ha deliberato la modifica di talune disposizioni dello Statuto della Società, al fine di recepire le novità introdotte dal Decreto Legislativo n. 91/2012 in materia di convocazione delle assemblee delle società quotate e dalla legge n. 120/2011 in materia di parità di accesso agli organi di amministrazione e controllo delle società quotate.