L’anno 2016 chiude con un Utile Netto Consolidato pari a 77,9 milioni di euro rispetto a 93,0 milioni di euro consuntivati nel 2015.

Il volume dei Ricavi è pari a 1.327,4 milioni di euro, in diminuzione rispetto al valore dell’anno precedente pari a 1.383,8 milioni di euro (-4,1%). La diminuzione dei ricavi è conseguenza dello slittamento al 2017 di alcuni nuovi ordini e del raggiungimento della fase finale di alcuni significativi contratti nell’area Asia Pacifico, compensata solo in parte da commesse acquisite negli ultimi esercizi.

Principali dati Consolidati (Mln€)31.12.201631.12.201531.12.201431.12.2013
restated
31.12.2012Variazione %
2016/2015
Ordini acquisiti 1.475,8 1.336,0 1.825,0  1.483,6 1.492,3 10,5%
Portafoglio Ordini 6.488,4 6.410,4 6.120,8 5.567,3 5.683,3 1,2%
Ricavi 1.327,4 1.383,8 1.303,5 1.229,8 1.247,8 -4,1%
Risultato operativo (EBIT) 126,8 135,8 124,5 117,0 117,1 -6,6%
R.O.S 9,6% 9,8% 9,6% 9,5% 9,4% -0,2%
Tax Rate 33,2% 32,0% 34,9% 34,4% 33,7% 1,2%
Risultato Netto 77,9 93,0 80,7 74,8 75,7 -16,3%
Capitale Circolante Netto 120,5 64,5 41,8 30,7 (48,1) 86,9%
Posizione Fin. Netta (cassa netta positiva) (338,0) (338,7) (293,4) (245,5) (302,0) -0,2%
R&D 36,7 36,9 33,0 32,0 32,3 -0,6%
Organico (n.) 3.951 3.772 3.799 3.929 3.991 4,7%
EPS 0,39 0,47 0,43 0,40 0,51 -17,0%


Gli Ordini acquisiti ammontano a 1.475,8 milioni di euro rispetto a 1.336,0 milioni di euro nel 2015 con un incremento del 10,5%; in particolare si evidenziano le acquisizioni relative ai progetti a Taiwan, Glasgow, Bruxelles ed in Italia, per le tratte Roma-Firenze e Milano-Genova (“Valico dei Giovi”).

Il Portafoglio ordini è pari a 6.488,4 milioni di euro rispetto a 6.410,4 milioni di euro dell’esercizio precedente (+1,2%). 

Il Risultato Operativo (EBIT) è stato pari a 126,8 milioni di euro, in diminuzione del 6,6% rispetto al dato del 2015 (135,8 milioni di euro). La Redditività Operativa (ROS) è pari al 9,6%, in diminuzione rispetto all’esercizio precedente (9,8%). La variazione in diminuzione del Risultato Operativo è funzione principalmente dei minori volumi di produzione, compensati dal miglioramento del mix di commesse lavorate nei due periodi a confronto, delle risultanze dell’arbitrato con il cliente russo sul contratto in Libia (8,1 milioni di euro) e della rilevazione di costi correlati alle transazioni intervenute a seguito delle dimissioni di figure strategiche della società (2,4 milioni di euro).

Al 31 dicembre 2016 il Capitale investito netto è pari a 369,8 milioni di euro, rispetto ai 316,4 milioni di euro dell’anno precedente. 

Il Capitale circolante netto si attesta a 120,5 milioni di euro (64,5 milioni di euro al 2015) sostanzialmente per la diminuzione degli acconti da committenti che include la variazione in riduzione della voce anticipi da clienti.

La Posizione Finanziaria Netta, è positiva e pari a (338,0) milioni di euro praticamente in linea con quanto consuntivato nel 2015 di (338,7) milioni di euro con il Free Operating Cash Flow a 37,9 milioni di euro rispetto a 87,7 milioni di euro nel 2015. A tal proposito, si evidenzia che nel mese di ottobre 2016 la Società ha rimborsato al cliente russo ZST la propria quota parte dell’anticipo, oltre alle spese legali ed interessi maturati sino alla data di restituzione (37,4 milioni di euro).

L’EPS pari a 0,39 euro (0,47 euro nel 2015) è determinato considerando n.199.996.346 azioni medie in circolazione nell’esercizio (n. 199.995.192 azioni nel 2015).