Come da proposta all’Assemblea degli Azionisti

L’anno 2017 chiude con un Utile Netto Consolidato pari a 64,9 milioni di euro rispetto a 77,9 milioni di euro consuntivati nel 2016.

Il volume dei Ricavi è pari a 1.361,0 milioni di euro, in aumento rispetto al valore dell’anno precedente pari a 1.327,4 milioni di euro (+2.5%). L’incremento è dovuto al maggior avanzamento dei progetti nelle Americhe e nel Middle East, parzialmente compensato dalla diminuzione conseguente al raggiungimento della fase finale di alcuni significativi contratti presenti nell’area Asia Pacifico ed in Italia.

Principali dati Consolidati (Mln€)31.12.201731.12.201631.12.201531.12.201431.12.2013
restated
Variazione %
2017/2016
Ordini acquisiti 1.500,8 1.475,8 1.336,0 1.825,0  1.483,6 +1,7%
Portafoglio Ordini 6.457,5 6.488,4 6.410,4 6.120,8 5.567,3 -0,5%
Ricavi 1.361,0 1.327,4 1.383,8 1.303,5 1.229,8 +2,5%
Risultato operativo (EBIT) 100,8 126,8 135,8 124,5 117,0 -20,5%
R.O.S 7,4% 9,6% 9,8% 9,6% 9,5% -2,2 p.p.
Tax Rate 34,5% 33,2% 32,0% 34,9% 34,4% +1,3 p.p.
Risultato Netto 64,9 77,9 93,0 80,7 74,8 -16,7%
Capitale Circolante Netto 127,2 120,5 64,5 41,8 30,7 +5,5%
Posizione Fin. Netta (cassa netta positiva) (357,5) (338,0) (338,7) (293,4) (245,5) +5,8%
R&D 41,3 36,7 36,9 33,0 32,0 +12,7%
Organico (n.) 4.228 3.951 3.772 3.799 3.929 +7,0%
Valore Economico Aggiunto (EVA) 34,0 57,9 65,8 57,7 54,4 -41,2%
EPS 0,32 0,39 0,47 0,43 0,40 -17,9%

Gli Ordini acquisiti ammontano a 1.500,8 milioni di euro rispetto a 1.475,8 milioni di euro nel 2016, con un incremento del 1,7%; si evidenziano in particolare le acquisizioni dei progetti relativi, in Italia, all’Alta velocità Verona - Padova attraverso la partecipazione al Consorzio Iricav 2 titolare della concessione, a seguito dell’approvazione da parte del CIPE del primo lotto funzionale ed,  in America,  alla fornitura del sistema di Comunicazione e Controllo (Communication Based Train Control – CBTC)  per la “Baltimore Metro Subway Link”.

Il Portafoglio ordini è pari a 6.457,5 milioni di euro rispetto a 6.488,4 milioni di euro dell’esercizio precedente (-0,5%).

Il Risultato Operativo (EBIT) è stato pari a 100,8 milioni di euro, in diminuzione del 20,5% rispetto al dato del 2016 (126,8 milioni di euro). La Redditività Operativa (ROS) è pari al 7,4%, in diminuzione rispetto all’esercizio precedente (9,6%). L’EBIT del 2017 è stato penalizzato dagli appostamenti relativi agli sviluppi nell’area del Nord Europa (35,2 M€), mentre nel precedente esercizio includeva appostamenti per importi cumulativamente inferiori, relativi all’esito dell’arbitrato in Libia (8,1 M€) e all’uscita di alcune figure strategiche dal gruppo (2,4 M€). L’effetto dei maggiori volumi di produzione è stato compensato dall’incremento delle attività per Ricerca e Sviluppo e Marketing & Sales.

Al 31 dicembre 2017 il Capitale investito netto è pari a 371,5 milioni di euro, rispetto ai 369,8  milioni di euro dell’anno precedente.

Il Capitale circolante netto si attesta a 127,2 milioni di euro (120,5 milioni di euro al 2016); la riduzione delle rimanenze complessivamente intese per effetto dell’incremento del valore degli acconti da committenti è stata compensata dalla riduzione dei debiti commerciali e dall’incremento delle altre attività e passività nette.

La Posizione Finanziaria Netta, è positiva e pari a (357,5) milioni di euro, in aumento rispetto al dato del 2016 di (338,0) milioni di euro. Il Free Operating Cash Flow è stato pari a 30,6 milioni di euro rispetto a 37,9 milioni di euro nel 2016. A tal proposito si evidenzia che nel mese di ottobre 2017, relativamente al contratto assegnato da AB Storstockholms Lokaltrafik (“SL”), avente ad oggetto l’aggiornamento del sistema di segnalamento della tratta “Metro System Red Line” di Stoccolma, la Società, a valle della richiesta di SL, ha restituito parte degli acconti incassati negli anni precedenti,  per circa 34,5 M€, oltre ad IVA (8,6 M€ successivamente recuperati nell’anno) ed interessi (2,1 M€). Il FOCF del 2016 era stato penalizzato dall’effetto dell’arbitrato con ZST relativo al progetto in Libia, per un ammontare pari a 37,4 M€.