Roma
05 Feb 2019, ore 17:00
  • Performance commerciale positiva, con Ordini acquisiti nell’anno per 1.889,1 milioni di euro (+25,9%), che portano ad un valore del Portafoglio ordini pari a 6.883,4 milioni di euro
  • Ricavi pari a 1.437,1 milioni di euro (+5,6%)
  • Risultato Operativo (EBIT) di 118,5 milioni di euro (+17,5%)
  • Risultato netto di 88,3 milioni di euro (+36,1%)
  • Posizione finanziaria netta, cassa netta positiva, per (398,9) milioni di euro (+11,6%)
  • Delisting di Ansaldo STS a partire dal 30 gennaio 2019

Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS ha preso in esame ed approvato il resoconto consolidato intermedio di gestione del Gruppo al 31 dicembre 2018.

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Ansaldo STS, Andrew Barr, ha commentato:

“Le performance di Ansaldo STS quest’anno sono state estremamente positive, in linea con le guidance fornite al mercato durante il 2018. Abbiamo ottenuto nell’anno risultati record di ricavi e di posizione finanziaria netta e risultati eccellenti per quanto riguarda il portafoglio e la raccolta ordini.

Il 2018 è stato un anno nel quale ci siamo focalizzati sulla consegna dei progetti in corso di esecuzione, in particolare assicurandoci di avere le persone giuste in ambito locale. Per esempio a Boston abbiamo completato la prima fase dell’installazione del PTC per la rete del cliente MBTA. Alla fine dell’anno siamo stati inoltre in grado di ricevere l’approvazione da parte dell’Amministrazione Federale delle Ferrovie (FRA) per mettere in opera tali attività nel periodo di prova della fase successiva del programma.

In Australia abbiamo raggiunto il risultato della percorrenza di un milione di chilometri in modalità autonoma, senza guidatore, sui treni merci di Rio Tinto.

A Honolulu ho avuto l’opportunità di incontrare il Sindaco, il team locale di progetto e di vedere in opera il primo treno automatico all’interno dell’area di deposito.

In Italia abbiamo raggiunto diverse milestones significative nei progetti che stiamo implementando sulla rete ferroviaria italiana del nostro cliente RFI.

I nostri risultati dell’anno sono stati caratterizzati dal raggiungimento del valore record del nostro portafoglio ordini, favorito in particolare dall’aggiudicazione del contratto di Operation & Maintenance di Riyadh, assegnato dal cliente ADA al Consorzio Flow, guidato da Ansaldo STS e di cui fanno parte Alstom e Ferrovie dello Stato Italiane. Questo contratto è perfettamente in linea con la visione strategica del business presentata nel 2018 per il nuovo business di Operation & Maintenance, che si aggiunge al modello di riferimento, ed ha una grande rilevanza per la nostra azienda in quanto consolida la nostra capacità O&M e il nostro status di "Full Service Provider" nel settore ferroviario.

La buona performance operativa che ho menzionato precedentemente ha contribuito in maniera significativa al raggiungimento del livello record di ricavi dell’anno 2018, ottenuto anche grazie al perfezionamento di significative milestones in un certo numero di progetti. A livello geografico/regionale i risultati maggiormente soddisfacenti sono stati raggiunti in Italia, dove i progetti sono avanzati in misura maggiore rispetto ad altre regioni.

La profittabilità dell’anno, con un R.O.S. che si è attestato al 8,2%, è stata migliore rispetto all’anno scorso, in quanto il R.O.S. del 7,4% dell’anno 2017 era stato negativamente impattato da eventi eccezionali. È inoltre importante sottolineare il fatto che la profittabilità dell’anno 2018, oltre al differente mix delle commesse lavorate nei due periodi a confronto, è stata negativamente impattata dall’applicazione del nuovo principio contabile IFRS15, entrato in vigore a partire dal primo gennaio dello stesso anno. Al netto di tale effetto negativo, la profittabilità del 2018 sarebbe stata del 8,9%.

L’anno 2018 si è chiuso inoltre con il più alto ammontare di Posizione Finanziaria Netta (cassa positiva) mai raggiunto da Ansaldo STS, molto vicino ai 400 milioni di euro.

La Corporate Social Responsibility (CSR) rimane un’area molto importante, anche in considerazione del fatto che siamo un’organizzazione globale. Come parte di ciò, siamo leader nell’industria ferroviaria nel campo della Sostenibilità, ed il recente riconoscimento ricevuto nel corso del 2018 conferma Ansaldo STS come leader globale nelle tematiche CSR nel business dei trasporti.

Nel corso del 2018 abbiamo cambiato la struttura della società al fine di essere più focalizzati su base regionale ed in grado di soddisfare globalmente le necessità dei nostri clienti in maniera più puntuale. Le precedenti Unità di Business Ferrovie e Metropolitane da una parte e Traffico Merci dall’altra, sono state sostituite dalla creazione di due regioni geografiche, EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) e Americhe e Asia Pacifico, alle quali si è aggiunta l’Unità di Business Operation & Maintenance dopo la firma del contratto relativo alla Metro di Riyadh. Essere stati in grado di portare a termine questo cambiamento organizzativo entro la fine del 2018 è stato un grande risultato per la società, in quanto ha consentito che il 2019 potesse iniziare con la nuova organizzazione a punto e pronta per operare.

Dopo quasi tre anni dalla mia nomina a CEO sono estremamente orgoglioso dei risultati presentati oggi al CDA della società, raggiunti sotto la mia guida in una delle fasi più importanti della storia di Ansaldo STS. Abbiamo lasciato la Borsa Italiana il giorno 30 gennaio 2019 con risultati ai nostri massimi storici.

Ansaldo STS è adesso parte integrante del Gruppo Hitachi e ciò rappresenta una grande opportunità per tutti noi per continuare il processo di trasformazione che fa di Ansaldo STS una delle realtà più competitive della nostra industria. Sappiamo che Hitachi ci supporterà nel nostro percorso di crescita garantendo la continuità del business ed il raggiungimento dei piani per il futuro che abbiamo recentemente predisposto.

Vorrei rimarcare il grande impegno, il supporto e la positiva attitudine delle persone che abbiamo all’interno della nostra società. La loro dedizione durante gli ultimi tre anni ci ha consentito di raggiungere la nostra posizione attuale e vorrei cogliere questa opportunità per esprimere i miei ringraziamenti a tutti.”