La presenza diffusa di Ansaldo STS sui mercati internazionali, l’operatività nei diversi contesti e la molteplicità dei propri interlocutori rendono di primaria importanza per l’azienda il governo delle tematiche relative alla sostenibilità e la gestione dei rapporti con i propri stakeholders, ossia di tutti i soggetti – individui, gruppi, aziende, istituzioni – pubblici o privati, che hanno un interesse diretto o indiretto nelle attività che l’azienda svolge.

34
nuovi obiettivi

di sostenibilità

anno

adesione al Global Compact

anno

adesione al Carbon Disclosure Project

Trasparenza e correttezza gestionale, fiducia e cooperazione con gli stakeholders sono i principi cui Ansaldo STS si ispira al fine di competere efficacemente e lealmente sui mercati, migliorando la soddisfazione dei propri clienti, accrescendo il valore per gli azionisti e sviluppando competenze e professionalità delle persone che lavorano al proprio interno. Dal comportamento socialmente responsabile dell’azienda deriva l’attenzione verso la sostenibilità dello sviluppo che in Ansaldo STS ha una duplice valenza:

  • è legata al conseguimento della propria missione, ossia allo sviluppo di sistemi di trasporto ferroviari e metropolitani e alla realizzazione di prodotti e soluzioni sempre più evoluti, sicuri e rispettosi dell’ambiente; 
  • ha origine dalle modalità attraverso le quali l’azienda consegue la propria missione. L’adozione di un modello di Corporate Governance, del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi, del Sistema di Gestione Integrato Ambiente Sicurezza e Qualità e dell’Comitato per la sostenibilità, permettono all’azienda di seguire un sentiero di crescita sostenibile e garantiscono coerenza tra la cultura dell’agire responsabile e le azioni dei singoli collaboratori.

Ansaldo STS è consapevole che la capacità di realizzare soluzioni efficienti, capaci di durare nel tempo e quindi sostenibili incide sulla qualità della vita futura delle nuove generazioni.