Ansaldo STS considera il processo di gestione della Supply Chain un fattore critico di successo per il proprio business. Una gestione strategica degli acquisti presuppone una visione allargata del processo, lungo tutta la catena del valore, dalla definizione delle specifiche di prodotto e servizio al delivery. La gestione adottata da Ansaldo STS è interfunzionale e prevede il coinvolgimento e l’approvazione di tutti gli enti coinvolti nel processo logistico complessivo.

Le forniture di Ansaldo STS, quale azienda che progetta, realizza e gestisce sistemi di trasporto e di segnalamento per le linee ferroviarie e metropolitane su rotaia, riguardano:

  • Materiali – acquisti di schede elettroniche, parti meccaniche e in plastica, attrezzature wayside, cavi, cremagliere, cabine, PC industriali, attrezzature onboard e componenti elettromeccanici.
  • Servizi – facility management e HSE, servizi per il personale, servizi professionali e di ICT, servizi per la logistica, viaggi.
  • Servizi per il business – servizi riguardanti l’ingegneria, lo sviluppo, e le attività RAMS (affidabilità, manutenibilità, disponibilità e sicurezza).
  • “Chiavi in mano” e subappalti – l’acquisto di un “chiavi in mano” riguarda impianti che si integrano con il resto delle tecnologie costituenti un Progetto quali: sistemi di installazione, sistemi di telecomunicazione, sistemi di stazionamento ausiliari, alimentatori e impianti di alimentazione, sistemi di supervisione e controllo, depositi per attrezzature, sistemi di segnalamento, binari e opere civili.

L’ordinato del 2017 è rappresentato nei seguenti grafici.

Il numero di fornitori attivi nel 2017 è aumentato passando da 3.250 a 3.321 così suddivisi per area geografica:

  • il 58% sono fornitori Europei;
  • il 21% sono fornitori dell’area Nord/Sud America;
  • il 19% sono fornitori dell’area Asia Pacific;
  • il 2% sono fornitori presenti in altre aree.

Una misura del beneficio economico indotto dall’attività di approvvigionamento di Ansaldo STS può essere misurato anche a partire dall’intensità di manodopera dei propri fornitori. Valgono a tal fine le seguenti considerazioni:

  • il 36% dell’ordinato di Ansaldo STS riguarda i servizi che si possono considerare ad alta intensità di manodopera (100%);
  • Il 44% si riferisce a “Chiavi in mano” e subappalti che, mediamente, hanno un’intensità di manodopera pari al 50%;
  • il 20% si riferisce alla fornitura di materiali con un’ intensità di manodopera in media pari al 20%;

Da tali considerazioni si può stimare che l’intensità di manodopera relativa al complesso delle forniture di Ansaldo STS risulta essere a circa il 62%: in valore circa 766 milioni di euro di spesa verso i fornitori sono andati a remunerare il fattore lavoro.