Ansaldo STS ha effettuato una prima mappatura della propria Supply Chain riguardante il rispetto di criteri ESG (Environmental, Social and Governance).

Il modello standard degli Ordini di Acquisto infatti richiede, nelle condizioni generali di fornitura, il rispetto del Codice Etico e nelle fasi di qualifica dei nuovi fornitori Ansaldo STS raccoglie informazioni riguardanti il rispetto di standard di qualità, igiene, salute e sicurezza del lavoro e rispetto dell’ambiente attraverso la richiesta delle certificazioni ISO 9001, ISO 14001 e OHSAS 18001 (vedi paragrafo Selezione e qualifica dei fornitori). Tali caratteristiche sono ritenute requisiti preferenziali e partecipano alla assegnazione del punteggio per la qualifica. Dalla mappatura è risultato:

MAPPATURA FORNITORI201620152014
Numero fornitori in albo per merceologie dirette e indirette (2010-2016) 15.025 17.059 16.112
Numero fornitori totali attivi 3.250 2983 3.072
Numero di fornitori che rappresentano l’80% del valore dell’ordinato 190 192 203
Fornitori qualificati (Classe A e B) 124 166 198
di cui:      
Fornitori certificati ISO 14001 17 13 30
Fornitori certificati OHSAS 18001 15 7 17

La mappatura è il primo passo per la definizione di una politica di sostenibilità specifica della Supply Chain le cui principali linee programmatiche saranno:

  • l’attività di audit verso i fornitori dei cantieri che verifichino anche le performance di sostenibilità; per i fornitori di materiali è prevista la verifica tecnica del prodotto;
  • l’attività di collaborazione tra Ansaldo STS e i fornitori per la progettazione dei prodotti;
  • l’attività di sensibilizzazione dei fornitori verso tematiche di sostenibilità;
  • l’ampliamento delle attività di monitoring annuali ai fornitori di categoria A.

Monitoraggio degli impatti sociali e ambientali

Dal 2014 Ansaldo STS è impegnata nella sperimentazione pilota della TenP – Sustainable Supply Chain Selfassessment Platform, strumento creato dalla Fondazione Global Compact Network Italia (di cui Ansaldo STS è socio Fondatore) per sostenere le imprese aderenti nella raccolta di informazioni sulle performance di sostenibilità dei propri fornitori con l’obiettivo di identificare soluzioni comuni per migliorare la sostenibilità all’interno delle catene di fornitura.

Nell’ambito dell’iniziativa TenP, Ansaldo STS ha selezionato un numero accreditato di fornitori che ha invitato a partecipare a un sondaggio on line sui temi della sostenibilità riguardanti: il rispetto dei diritti umani, le condizioni di lavoro, l’ambiente e la lotta alla corruzione.

Nel corso del 2016-17 si procederà all’analisi degli output derivanti da tale sondaggio e alla definizione di un piano di intervento finalizzato al miglioramento della sostenibilità.

La piattaforma digitale

Nel 2018 verrà implementata la piattaforma digitale del procurement che porterà vantaggi in termini di:

  • sostenibilità ambientale, in quanto il tool permetterà di eliminare una quota parte di stampe che vengono fatte per ordini e contratti, attraverso lo scambio digitale dei documenti e l’utilizzo fella firma digitale;
  • gestione del rischio, in quanto l’utilizzo della piattaforma garantirà il rispetto delle procedure aziendali;
  • continuità del business poiché consentirà di monitorare le performance dei fornitori e in quanto repository digitale dei dati ridurrà il rischio di business disruption;
  • mitigazione del rischio per la valutazione finanziaria dei fornitori.